S&F_n. 16_2016 - S&F_scienzaefilosofia.it

S&F_n. 16_2016

cop 16.jpg
I contenuti dell’inconscio assoluto non sono solo residui di funzioni
arcaiche specificamente umane, bensì anche residui di funzioni
degli antenati animaleschi dell’uomo, la cui durata
è stata infinitamente maggiore dell’epoca relativamente
breve che riguarda l’esistenza specificamente umana.
Questi residui, se attivi, sono quanto mai adatti non solo
a bloccare il progresso dell’evoluzione, ma a portare ad una regressione,
finché non è consumata la quantità di energia
che l’inconscio assoluto ha attivato.

Carl Gustav Jung
 


La teoria dell’evoluzione per selezione naturale di Charles Darwin, la cui prima esposizione generale risale al 1859 con la pubblicazione dell’Origine delle specie, conserva ancora una stringente attualità ed è materia di intenso dibattito tra gli studiosi di scienze naturali, biologia e filosofia. E la domanda è altrettanto altèra e franca: siamo davvero alle soglie di un’epoca post-darwiniana? A 157 anni dalla pubblicazione, i dati provenienti dalla paleoantropologia e dalla genetica, le novità emergenti da settori di punta delle scienze applicate come l’ingegneria genetica, ci mettono di fronte alla necessità e all’urgenza di mettere in luce, ancora una volta, la validità euristica del programma di ricerca evoluzionistico; un’urgenza che si mostra ancor più pressante alla luce dell’annuncio per il quale staremmo entrando in una fase post-evoluzionistica, post-darwiniana e post-biologica.


… impara da ieri. Vivi l’oggi. Guarda al domani. Riposa questo pomeriggio …
… le sofferenze, dicono, migliorano l’uomo. Visti i risultati, direi di provare con la felicità …
… le persone starebbero meglio la mattina se ricevessero un bacio sul naso …
… e io rimpiango i morsi che non ho dato.
Snoopy (Charles M. Schulz)
 
Odio tutto e tutti, odio lo stupido mondo mondiale.
Charlie Brown (Charles M. Schulz)
 
I pesci meritano di essere catturati perché sono pigri.
Due milioni di anni di evoluzione e ancora non sono usciti dall’acqua.

Simon Munnery

S&F_n. 15_2016

 
Giacomo Scarpelli
Vallori Rasini
Luca Lo Sapio
Cristian Fuschetto

Andrea Parravicini
 
Elisabetta Sirgiovanni
 
Luigi Laino
       
     
Carlo Veronesi
       
     
Delio Salottolo
 
       
     
Renata Rallo
 
       
     
Pasquale Frascolla
 
       
     
Alessandro De Cesaris
 
       
     
Salvatore Cifuni
 
       
     
Rossella Bonito Oliva
 
       
     
report

Postumano. Il corpo tra psicoanalisi, biopolitica, realtà virtuale e arte

Istituto italiano per gli Studi Filosofici – Napoli, 27 maggio 2016

[Luca Lo Sapio]
 
recensione
Roberto Marchesini

Alterità. Identità come relazione

Mucchi Editore, Modena 2016

 
[Rosa Spagnuolo Vigorita]
intervista [Eleonora Adorni]
recensione
Quentin Meillassoux

Dopo la finitudine. Saggio sulla necessità della contingenza

Mimesis, Milano-Udine 2012

 
[Alessandro De Cesaris]
recensione
Simone Pollo

Umani e animali: questioni di etica

Carocci editore, Roma 2016

 
[Renata Rallo]
recensione
Adriano Pessina

L’io insoddisfatto. Tra Prometeo e Dio

Vita e Pensiero, Milano 2016

[Lorella Meola]
recensione
[Alessandro De Cesaris]
recensione [Delio Salottolo]
 
Le immagini d’apertura ai singoli articoli – coperte da copyright – www.caldwelllever.com – che appaiono in questo numero, sono di Caldwell Lever, cui va la nostra amicizia e riconoscenza.
 
Un grazie particolare a Luca Lo Sapio che si è prodigato molto per l’uscita di questo numero.
 
 
 
In rete, dicembre 2016
La Redazione di S&F_