mission - S&F_scienzaefilosofia.it
 

mission

ib_p003_1_51.jpg
Scienza&Filosofia parte. E parte online per scelta, in ordine al dinamismo e all’immediata disponibilità della ricezione, adattandosi volentieri ai tempi e agli spazi che la rete in genere istituisce: vorrebbe essere agile e facilmente fruibile per chi è interessato a prender parte alle nostre discussioni. La sua mission non può dunque che essere diretta e senza scolastici orpelli. Eccola, allora.
    ________________________________________

Preoccupata di istituzionalizzarsi come depositaria della coscienza etica del progresso scientifico, a quasi trent’anni dalla sua nascita la bioetica sembra essere a un bivio: rinnovare il suo statuto o rischiare di smarrire definitivamente la sua mission di disciplina di incrocio tra sapere umanistico e sapere scientifico. È nostra convinzione che la bioetica possa continuare a svolgere un ruolo solo se, piuttosto che salvaguardare principi assiologici di una realtà data, sia intenzionata a ripensare criticamente i valori alla luce dei cambiamenti, epistemologici prima ancora che ontologici, dettati dall’età della tecnica. Il nostro obiettivo è quello di individuare ed evidenziare il potenziale d’innovazione filosofica tracciato dalla ricerca scientifica e, al contempo, il potenziale d’innovazione scientifica prospettato dalla riflessione filosofica.
_______________________________________________

 
Da questa mission la rivista trova l’articolazione che ci è parsa più efficace. Ogni singolo numero conterrà perciò le seguenti sezioni:
 
Dossier Il vero e proprio focus tematico scelto intorno al quale andranno a orbitare
 
Storia Esposizione e ricostruzione di questioni di storia della scienza e di storia di filosofia della scienza con intenzione sostanzialmente divulgativa;
 
Antropologie Temi e incroci tra scienze, antropologia filosofica e antropologia culturale;
 
Etiche Riflessioni su temi di “attualità” bioetica;
 
Linguaggi Questioni di epistemologia;
 
Alterazioni Dalla biologia evoluzionistica alla cibernetica, temi non direttamente “antropocentrati”;
 
Comunicazione La comunicazione della scienza come problema filosofico, non meramente storico o sociologico. In altri termini: quanto la comunicazione della scienza ha trasformato la scienza e la sua percezione?;

Arte Intersezioni tra scienze e mondo dell’arte;

Recensioni&Reports Le recensioni saranno: tematiche, cioè relative al dossier scelto e quindi comprensive di testi anche non recentissimi purché attinenti e importanti; di attualità, cioè relative a testi recenti. Reports di convegni e congressi.

 
Per favorire la fruibilità telematica della rivista, i contributi si aggireranno tra le 15.000 – 20.000 battute, tranne rare eccezioni, e gli articoli saranno sempre divisi per paragrafi. Anche le note saranno essenziali e limitate all’indicazione dei riferimenti della citazione e/o del riferimento bibliografico e tenderanno a non contenere argomentazioni o ulteriori approfondimenti critici rispetto al testo.
 
A esclusione delle figure connesse e parti integranti di un articolo, le immagini che accompagnano i singoli articoli saranno selezionate secondo il gusto (e il capriccio) della Redazione e non pretenderanno, almeno nell’intenzione – per l’inconscio ci stiamo attrezzando – alcun rinvio didascalico.
 
Last but not least, S&F_ è parte del Portale Sci-Cam (Percorsi della scienza in Campania, www.sci-cam.it) in virtù di una condivisione di percorsi e progetti.
 
 
 
In rete, marzo 2009
La Redazione di S&F_




Licenza Creative Commons
Se non diversamente indicato i contenuti di questa rivista sono pubblicati
sotto licenza Creative Commons Attribution 3.0

Il copyright e i diritti di pubblicazione rimangono interamente attribuiti all'autore.

Agli autori e ai collaboratori - a qualunque livello - non è richiesto alcun costo di pubblicazione e/o di elaborazione.

We allow readers to read, download, copy, distribute, print, search, or link to the full texts of its articles and allow readers to use them for any other lawful purpose.












 





peer_blind_reviewing

Publication ethics and malpractice statement –
«S&F_scienzaefilosofia.it»
 
 
«S&F_scienzaefilosofia.it» is a peer reviewed international journal committed to upholding the highest standards of publication ethics. 
 
These guidelines are based on existing Elsevier policies and COPE’s Best Practice Guidelines for Journal Editors
 
 
1. PUBLICATION AND AUTHORSHIP

Paolo Amodio (Italy) is the Editor-in-Chief of the peer reviewed international journal «S&F_scienzaefilosofia.it». Cristian Fuschetto (Italy) is the publisher, i.e. the owner of the site.
«S&F_scienzaefilosofia.it» is an Online Review, free, open access (free of all restrictions on access) 
 
The publication of an article in a peer-reviewed journal is an essential building block in the development of a coherent and respected network of knowledge. It is a direct reflection of the quality of the work of the authors and the institutions that support them. Peer-reviewed articles support and embody the scientific method. It is therefore important to agree upon standards of expected ethical behaviour for all parties involved in the act of publishing: the author, the journal editor, the peer reviewer, the publisher and the society. 
 
Authors need to ensure that the submitted article is the work of the submitting author(s) and is not plagiarized, wholly or in part. They must also make sure that the submitted article is original, is not wholly or in part a re-publication of the author’s earlier work, and contains no fraudulent data.
It is also their responsibility to check that all copyrighted material within the article has permission for publication and that material for which the author does not personally hold copyright is not reproduced without permission.
Finally, authors should ensure that the manuscript submitted is not currently being considered for publication elsewhere.
 
 
2. AUTHOR’S RESPONSIBILITIES
 
«S&F_scienzaefilosofia.it» is a peer-reviewed journal, and Authors are obliged to participate in our double blind peer review process.
Authors need to ensure that all data in the submitted article are real and authentic. They must make sure that all authors have significantly contributed to the research submitted in the article, and that all and only the contributors to the article are listed as authors. It is their responsibility to ensure that no participants are harmed, physically or mentally, during the research which results in the article, and that personal details of the participants, where participants have not agreed for such details to be released or where the release of such details could endanger a participant, are fully anonymized. This applies both to textual citations and to images and any supplementary audio or visual material. Authors should also ensure that all authors provide retractions or corrections of mistakes.
 
 
3. PEER REVIEW AND REVIEWERS’ RESPONSIBILITIES
 
Both the Referee and the Author remain anonymous throughout the “double blind” review process. Referees are selected according to their expertise in their particular fields.
Referees have a responsibility to be objective in their judgments; to have no conflict of interest with respect to the research, with respect to the authors and/or with respect to the research funders; to point out relevant published work which is not yet cited by the author(s); and to treat the reviewed articles confidentially.
 
 
 
 
4. EDITORIAL RESPONSIBILITIES
 
Editors hold full authority to reject/accept an article; to accept a paper only when reasonably certain; to promote publication of corrections or retractions when errors are found; to preserve anonymity of reviewers; and to have no conflict of interest with respect to articles they reject/accept. If an Editor feels that there is likely to be a perception of a conflict of interest in relation to their handling of a submission, they will declare it to the other Editors. The other Editors will select referees and make all decisions on the paper.
 
 
 
 
5. PUBLISHING ETHICS ISSUES
 
Members of the Editorial Board ensure the monitoring and safeguarding of the publishing ethics. This comprises the strict policy on plagiarism and fraudulent data, the strong commitment to publish corrections, clarifications, retractions and apologies when needed, and the strict preclusion of business needs from compromising intellectual and ethical standards.
Whenever it is recognized that a published paper contains a significant inaccuracy, misleading statement or distorted report, it will be corrected promptly. If, after an appropriate investigation, an item proves to be fraudulent, it will be retracted. The retraction will be clearly identifiable to readers and indexing systems.





 
Gli articoli e le recensioni vengono prima vagliati dal Comitato di Redazione che giudica quali meritano attenzione. Il Comitato li sottopone quindi al Direttore che può procedere a un’ulteriore selezione. I testi vengono infine sottoposti a due revisori (scelti tra il Comitato Scientifico o tra studiosi del settore specifico) sotto forma di blind review: in caso di dubbio o di opinioni discordanti, vengono sottoposti ad altri due revisori sempre sotto forma di blind review.
Tranne in casi di piccole questioni (magari di editing, punteggiatura o titolazioni di paragrafi) su cui si interviene direttamente, agli autori degli articoli viene eventualmente chiesto di provvedere ai rilievi indicati e l’articolo viene pubblicato solo se l’autore è disponibile alle modifiche.