mission - S&F_scienzaefilosofia.it
 

mission

ib_p003_1_51.jpg
Scienza&Filosofia parte. E parte online per scelta, in ordine al dinamismo e all’immediata disponibilità della ricezione, adattandosi volentieri ai tempi e agli spazi che la rete in genere istituisce: vorrebbe essere agile e facilmente fruibile per chi è interessato a prender parte alle nostre discussioni. La sua mission non può dunque che essere diretta e senza scolastici orpelli. Eccola, allora.
    ________________________________________

Preoccupata di istituzionalizzarsi come depositaria della coscienza etica del progresso scientifico, a quasi trent’anni dalla sua nascita la bioetica sembra essere a un bivio: rinnovare il suo statuto o rischiare di smarrire definitivamente la sua mission di disciplina di incrocio tra sapere umanistico e sapere scientifico. È nostra convinzione che la bioetica possa continuare a svolgere un ruolo solo se, piuttosto che salvaguardare principi assiologici di una realtà data, sia intenzionata a ripensare criticamente i valori alla luce dei cambiamenti, epistemologici prima ancora che ontologici, dettati dall’età della tecnica. Il nostro obiettivo è quello di individuare ed evidenziare il potenziale d’innovazione filosofica tracciato dalla ricerca scientifica e, al contempo, il potenziale d’innovazione scientifica prospettato dalla riflessione filosofica.
_______________________________________________

 
Da questa mission la rivista trova l’articolazione che ci è parsa più efficace. Ogni singolo numero conterrà perciò le seguenti sezioni:
 
Dossier Il vero e proprio focus tematico scelto intorno al quale andranno a orbitare
 
Storia Esposizione e ricostruzione di questioni di storia della scienza e di storia di filosofia della scienza con intenzione sostanzialmente divulgativa;
 
Antropologie Temi e incroci tra scienze, antropologia filosofica e antropologia culturale;
 
Etiche Riflessioni su temi di “attualità” bioetica;
 
Linguaggi Questioni di epistemologia;
 
Alterazioni Dalla biologia evoluzionistica alla cibernetica, temi non direttamente “antropocentrati”;
 
Comunicazione La comunicazione della scienza come problema filosofico, non meramente storico o sociologico. In altri termini: quanto la comunicazione della scienza ha trasformato la scienza e la sua percezione?;

Arte Intersezioni tra scienze e mondo dell’arte;

Recensioni&Reports Le recensioni saranno: tematiche, cioè relative al dossier scelto e quindi comprensive di testi anche non recentissimi purché attinenti e importanti; di attualità, cioè relative a testi recenti. Reports di convegni e congressi.

 
Per favorire la fruibilità telematica della rivista, i contributi si aggireranno tra le 15.000 – 20.000 battute, tranne rare eccezioni, e gli articoli saranno sempre divisi per paragrafi. Anche le note saranno essenziali e limitate all’indicazione dei riferimenti della citazione e/o del riferimento bibliografico e tenderanno a non contenere argomentazioni o ulteriori approfondimenti critici rispetto al testo.
 
A esclusione delle figure connesse e parti integranti di un articolo, le immagini che accompagnano i singoli articoli saranno selezionate secondo il gusto (e il capriccio) della Redazione e non pretenderanno, almeno nell’intenzione – per l’inconscio ci stiamo attrezzando – alcun rinvio didascalico.
 
Last but not least, S&F_ è parte del Portale Sci-Cam (Percorsi della scienza in Campania, www.sci-cam.it) in virtù di una condivisione di percorsi e progetti.
 
 
 
In rete, marzo 2009
La Redazione di S&F_




Licenza Creative Commons
Se non diversamente indicato i contenuti di questa rivista sono pubblicati
sotto licenza Creative Commons Attribution 3.0

Il copyright e i diritti di pubblicazione rimangono interamente attribuiti all'autore.

Agli autori e ai collaboratori - a qualunque livello - non è richiesto alcun costo di pubblicazione e/o di elaborazione.

We allow readers to read, download, copy, distribute, print, search, or link to the full texts of its articles and allow readers to use them for any other lawful purpose.












 





peer_blind_reviewing

 

 
Gli articoli e le recensioni vengono prima vagliati dal Comitato di Redazione che giudica quali meritano attenzione. Il Comitato li sottopone quindi al Direttore che può procedere a un’ulteriore selezione. I testi vengono infine sottoposti a due revisori (scelti tra il Comitato Scientifico o tra studiosi del settore specifico) sotto forma di blind review: in caso di dubbio o di opinioni discordanti, vengono sottoposti ad altri due revisori sempre sotto forma di blind review.
Tranne in casi di piccole questioni (magari di editing, punteggiatura o titolazioni di paragrafi) su cui si interviene direttamente, agli autori degli articoli viene eventualmente chiesto di provvedere ai rilievi indicati e l’articolo viene pubblicato solo se l’autore è disponibile alle modifiche.